Ecco Penguin 3.0
Ecco Penguin 3.0

Finalmente è arrivato Google Penguin 3.0!

I fari si sono accessi nella notte tra venerdì e sabato della scorsa settimana, nell’ora degli smanettoni e di tutti quelli che preferiscono l’asocialità di un monitor, piuttosto che un sano aperitivo con gli amici.

Da WebmasterWorld a BlackHatWorld, passando per il classico tam tam sui social media, l’evidenza dei fatti si è avuta prima in rete che attraverso Google.

La conferma ufficiale di Google è stata ricevuta da Barry Schwartz (Search Engine Land) ieri pomeriggio: “durante il week end”, hanno sussurrato da BigG alle orecchie di Schwartz, “è stato lanciato l’aggiornamento di Google Penguin“.

Non è ancora chiara l’entità dell’impatto e soprattutto se si sia trattato di un semplice “refresh”: non la versione 3.0, in questo caso, ma ancora un vecchio pinguino ritardatario, rilanciato con il solo scopo di accontentare  i penalizzati che scalpitavano per tornare in pista.

Altra ipotesi, molto più plausibile, invece è che si tratti a tutti gli effetti della nuova versione di Pinguino, rimasta in cantiere per più di un anno e sottoposta a un numero maggiore di test rispetto a quelli eseguiti normalmente su un aereo supersonico. Pensarci un anno, per poi buttare tutto al vento e rilanciare il vecchio e inossidabile motore diesel?!

Secondo i rumors e tutte le analisi svolte nel periodo di “avvento”, il nuovo Pinguino è dotato di nuove caratteristiche e sarebbe ricettivo a nuovi segnali e fattori per annusare e riconoscere lo spam tra i link.

Inoltre, secondo Schwartz, questo aggiornamento permetterà a Google di lanciare il Pinguino (e i suoi refresh) molto più frequentemente, forse con la stessa frequenza di Google Panda.

Indubbiamente è stato l’aggiornamento di algoritmo più atteso in assoluto della storia di Google (e poi dicono che i SEO non abbiano gusti masochistici…) e su cui la strategia dei falsi annunci ha pesato non poco: l’ultimo a metterci la faccia Gary Illyes durante l’SMX East… A dire la verità poi non ha sbagliato di molto la previsione: solo due settimane di scarto ed eccoci qui con un Pinguino tutto nuovo, a quanto pare, tra i piedi!

Quali effetti ha già prodotto sul posizionamento dei tuoi siti web? Qualcuno ha già messo nero su bianco un report sugli effetti (leggi danni) prodotti dalla discesa di Google Penguin 3.o, segnala anche tu nei commenti i tuoi casi e la temperatura dei tuoi ranking…

================

AGGIORNAMENTO del 22/10/2014

Quanto è durato oppure quanto durerà l’aggiornamento di Google Penguin 3.0 ?! L’unica notizia ufficiale riguardo al suo roll-out è arrivata attraverso un post di G+ firmato da Pier Far.

Far ammette che si è trattato di un refresh: possibile che dopo un anno di lavoro sia uscito solo un misero refresh?! Secondo, sulle query in lingua inglese l’impatto è stato dell’1% (l’impatto minore, forse di tutti i tempi) e per il resto del mondo?! A giudicare dai pianti internazionali, forse tutta la foga del Pinguino si è scatenata su tedeschi, francesi e italiani…

Terzo, e questo forse non ti consolerà… Il suo roll-out non è ancora terminato, nonostante il mitico John Mueller (Google Webmasters Central), noto per la precisione delle sue previsioni, abbia predetto la fine del suo giro entro il fine settimana. Far assicura che il Pinguino continuerà a correre ancora per qualche settimana.

Comments are closed.