Bologna 40125, Italy
+39 347 517 719
info@htware.it

Strategie SEO: informazione e promozione possono convivere sotto lo stesso sito?

Le migliori e le peggiori tecniche SEO 2015
I sondaggi di Motori di Ricerca SEO

I sondaggi di Motori di Ricerca SEO

Si possono unire insieme un sito di informazione e un sito di promozione? Ha senso mettere insieme i due contenitori, quando il primo è già ben posizionato sui motori di ricerca? È una buona oppure una cattiva idea ?

La domanda è stata raccolta all’interno di uno dei tanti gruppi di Linkedin specializzati nella SEO e nel Digital Marketing, ma si tratta di una questione che, prima o poi, ha sfiorato tutti i professionisti del settore e che viene affrontata, normalmente, nel momento cruciale del rito di passaggio dalla passione al business.

Siamo titolari di un dominio, dice Pete Evans, che ha un alto posizionamento per i termini di ricerca del nostro settore. Per un paio d’anni in passato abbiamo avuto un piccolo sito di informazione, non riferibile direttamente alla nostra società, ma con link nel footer di ogni pagina verso il sito web dei prodotti della società.
Adesso stiamo pensando di spostare questa parte informativa nel sito web principale dell’azienda, collocando nel vecchio sito opportune redirect 301
.”

È possibile, chiede Evans, spostare il tutto senza perdere il posizionamento che Google ha dato al sito di informazioni? Oppure è meglio lasciare le cose come stanno?

La prima risposta a pelle, considerando quanta fatica è costata a tutti noi, almeno una volta nella vita, una certa reputazione sulle SERP, potrebbe essere: lascia stare e non sfiorare, nemmeno per sbaglio, il sito che ti porta traffico!
Non esiste nessun automatismo, nemmeno la redirect 301, che può garantire il mantenimento del pagerank – soprattutto se i contenuti cambiano o anche solo la loro cornice, come una URL.

Ma la chiave di qualsiasi strategia SEO non dovrebbe essere la conservazione: i manufatti del passato possono conservare il loro valore, ma non devono diventare troppo ingombranti per i nuovi progetti e la sperimentazione di nuove strade.
Pete insieme ai suoi soci, dovrebbe quindi fare tabula rasa del vecchio sito a contenuto informativo per progettare un nuovo contenitore, sempre ricco di contenuto di valore e che generi condivisione sociale?

Fino a quale punto però, l’intento di un utente di ricercare informazioni può essere sovrapposto con l’interesse commerciale verso un prodotto? A prescindere da come Hummingbird interpreterà le sue intenzioni, se le informazioni si confondono con la promozione commerciale, non si corre forse il rischio di spiazzare un utente che, confuso e infelice, potrebbe ritirarsi e non convertirsi?

Tu cosa ne pensi? Quella di Pete Evans è una buona oppure una cattiva idea?

Puoi votare il sondaggio e, soprattutto, esprimere la tua opinione al riguardo o ribaltare le provocazioni.

Mi piacerebbe cogliere l’occasione per aprire uno scambio di idee, per arricchire il contributo formativo di questo blog su un esempio pratico o studio di caso. Tu quale strategia consiglieresti? Oppure quale strategia dovrebbe consigliare l’agenzia per cui lavori o di cui sei titolare?

online poll by Opinion Stage