Bologna 40125, Italy
+39 347 517 719
info@htware.it

Il balzo in avanti di Yahoo! (con l’aiuto di Firefox)

Di nuovo Google, tra Microsoft e Yahoo!
Search market share 2014-2015

Search market share 2014-2015

L’accordo con Microsoft sembrava avergli dato il colpo di grazia… Ma come un’araba fenice, dalle ceneri di una coda di volpe, è ritornato a crescere (e ad insediare nuovamente Bing).

Parliamo di Yahoo!, il glorioso “motore di ricerca” della belle epoque del web e della SEO, che fino a solo tre mesi fa, registrava un costante declino nei dati sullo share nel mercato dei motori di ricerca.

Da un misero 8,6% nell’ultima registrazione di novembre 2014, balza oltre l’11% nel mese di gennaio 2015 (10,9% secondo Statcounter e 11,6% secondo ComScore).

Secondo StatCounter si tratta del risultato più alto ottenuto negli ultimi 5 anni e segue la spinta ricevuta a partire da novembre dell’anno scorso, quando grazie ad un accordo con Mozilla, è diventato il motore di ricerca predefinito di Firefox.

Per converso, per la prima volta nelle registrazioni di StatCounter, scendono in basso le quotazioni di Google che abbassa la propria asticella di gradimento sotto il 75% nel mercato USA.
Solo Bing non si sposta di molto dai suoi dati storici: +0,1% secondo StatCounter e -0,1% secondo ComScore.

Market Share ComScore

Market Share ComScore

Market Share StatCounter

Market Share StatCounter

Il salto in avanti di Yahoo! è merito quindi di una scelta di Mozilla che, con il suo 14% di share nel mercato dei browser USA, ha deciso di trainare l’indomabile search engine (aggettivo però discutibile, dal momento che la sua forza è sempre stata nell’insieme di directories revisionate manualmente) fuori dalle secche di un inesorabile declino.

Scorporando infatti i dati di StatCounter dal flusso di ricerche provenienti da Firefox, si ottengono dati del tutto il linea con i trend del passato (Yahoo! continua a scendere e Google riprende a salire).

Market Share StatCounter (senza Firefox)

Market Share StatCounter (senza Firefox)

In risposta alla svolta di Firefox, Google ha incominciato – dalla fine di gennaio – a chiedere agli utenti del browser di Mozilla di fare un passo indietro e di ritornare a Google come motore di ricerca predefinito (più o meno come veniva offerto, nel passato, il passaggio al browser Chrome…).

Non è ancora chiaro se il messaggio abbia o meno avuto il successo sperato in casa BigG: secondo Mark Ballard (RKG) circa il 34% degli utenti di Firefox torneranno a Google, ma non è dello stesso parere il CEO di StatCounter Aodhan Cullen. I suoi dati infatti dimostrano che Yahoo! è cresciuto di mezzo punto percentuale anche in gennaio.