Bologna 40125, Italy
+39 347 517 719
info@htware.it

8 consigli per gestire i rapporti con la stampa e le PR on line (2)

Come gestire i rapporti con la stampa
Come gestire i rapporti con la stampa

Come gestire i rapporti con la stampa 2

[Torna alla prima parte]

Secondo Ken Mcgaffin (Search Engine Watch), le PR on line sono il cuore di una strategia di comunicazione che può portare inevitabili benefici lato backlink.

Ecco la seconda parte dei suoi consigli:

4) Trova ciò che fa notizia per il tuo cliente

I tuoi clienti spesso sottovalutano la capacità dello loro azienda di fare notizia, quindi devi aiutarli a scoprire il potenziale.

Il lancio di un nuovo prodotto potrebbe essere una notizia, ma non finisce tutto qui.
Anzi qui incomincia il tuo lavoro per creare “fatti notiziabili”.

Mcgaffin propone l’esempio dell’apertura di una libreria dedicata ai libri di cucina, non proprio una notizia da prima pagina.

Per “fare notizia”, il libraio può proporre di cucinare per i suoi clienti le ricette dei libri che vende e ottenere un passaggio della notizia nei rotocalchi locali.

Tutte le letture suggerite nel punto 2, ti daranno un’idea delle storie che sono già state pubblicate da altri clienti nello stesso settore.

Scorrendo con il tuo committente tutte le notizie pubblicate l’anno precedente nel suo campo, puoi così programmare di creare almeno una storia notiziabile al mese.

5) Prendi nota di quello che è già stato fatto per le PR on line

Moltissimi validi contenuti sono utilizzati solo con lo scopo di costruire link (link building), senza valutare appieno il suo potenziale per le PR: infografiche, video, articoli di approfondimento, etc.

Per questo motivo potrebbe essere una buona idea controllare cosa sia già stato pubblicato l’anno precedente.

Ci sono articoli o frammenti di contenuto che potrebbero essere rinfrescati e spinti sulla ruota dei media?

Potrebbe essere possibile riutilizzarli, ma se non è possibile hai comunque fatto un buon esercizio e imparato a sfruttare meglio in futuro questo tipo di
materiale.

6) Sviluppa i messaggi centrali per il tuo cliente

Le tue PR, scrive Mcgaffin, funzioneranno al meglio quando i tuoi messaggi sono consistenti e complementari, ovvero ogni elemento di ciascuno rinforza e ne completa altri.

Tutto questo non avviene senza sforzo, per cui devi aiutare il tuo cliente a costruire i suoi messaggi.
Intervista oppure fai una sessione di brainstorming con lui per sviluppare un nucleo centrale affermazioni che descrivono il loro modo di fare business, quello che ritengono importante e quello che li rende unici.

Per ogni affermazione immagina e crea un estratto memorabile: una frase che si possa ricordare facilmente, citabile e condivisibile.

Poi per ciascuna frase, crea una pagina web o frammenti di contenuto che siano di sostegno e che spieghino l’affermazione.

Questi possono essere organizzati in un foglio di lavoro Excel con tre colonne per i seguenti contenuti:

A – Le affermazioni raccolte sul core business del cliente.
B – Gli estratti da includere nei comunicati stampa o nelle interviste con i giornalisti.
C – Gli URLs delle pagine web che sostengono l’affermazione e da inviare ai giornalisti interessati a cercare più informazioni.

Questo foglio di lavoro, sostiene Mcgaffin, diventerà un riferimento molto utile per comunicati stampa, articoli sui blog, etc.

[Vai alla terza parte]