Bologna 40125, Italy
+39 347 517 719
info@htware.it

Consulenza SEO: 7 cose da fare prima di ingaggiare un esperto (2)

Come assumere uno seo specialist (3)
Come assumere un seo specialist (2)

Come assumere un seo specialist (2)

[Torna alla prima parte]

Riprendo qui la lista di consigli offerta da Stephan Spencer (Search Engine Land), a proposito di ingaggio di esperti SEO.

4) Utilizza domande trabocchetto nella prima intervista

Le domande trabocchetto non devono essere poste per distruggere buoni candidati: le devi pensare per mettere in trappola la persona che finge conoscenze, magari anche sorpassate, di SEO.
Ecco qualche esempio:

a) Qual’è il tuo processo per ottimizzare il meta keywords?

L’unica risposta, secondo Spencer, può essere solo: “Ma perché me lo chiedi?”. Il meta keywords non ha nessun valore per Google e mai lo ha avuto… (Leggi qui per fartene una ragione).

b) Entro quali valori è da considerare “buona”, la densità di keyword?

La risposta breve è che la densità di keyword è irrilevante. La c.d. keyword density è una metrica inutile e ti può solo portare fuori pista.

L’unico momento in cui dovresti prestare attenzione alla densità delle parole chiave è per i casi eccezionali: quando hai un numero insano di ripetizioni nel contenuto (c.d. keyword stuffing) oppure quando non ce n’è nemmeno una…

c) Quanto aiuta il mio posizionamento il meta description?

Spencer non ha dubbi: assolutamente zero. Se il tuo candidato parla di quanto possa essere influente il contenuto che viene visualizzato nella lista dei risultati di Google non mente, ma non risponde correttamente alla domanda.

L’unica risposta è zero, quindi il lavoro sul meta description è di importanza secondaria rispetto all’ottimizzazione dei tag title.

d) Qual’è la differenza tra il Panda e il Pinguino?

Il Panda è un algoritmo sul contenuto, la sua quantità e (soprattutto) la sua qualità, il Pinguino invece si concentra sui link e la loro qualità. Se il tuo candidato non fornisce una risposta sintetica come questa, prova con questa domanda più specifica: “quale dei due ha a che fare con i link?”

5) Poni una domanda specifica per testare la competenza

Una delle domande essenziali per Spencer è sugli strumenti (SEO tools) preferiti. Se non conoscono nessuna delle metriche principali sei loro “supposti” tool preferiti (vedi Page Authority, Domain Authority, mozRank, mozTrust, etc.) non sono veri professionisti SEO.

Potrebbero essere capaci di declamare le migliori pratiche dal punto di vista teorico, ma un consulente SEO cammina con i piedi per terra: misura, compie dei test, reagisce e cerca compromessi con pratiche che cambiano nel tempo.

Se il tuo candidato cita Majestic SEO, chiedigli qual’è la sua metrica principale: se risponde ACRank, significa che – se lo ha utilizzato, lo ha fatto solo alcuni anni fa… ACRank infatti è stato sostituito e largamente superato da due metriche: Citation Flow e Trust Flow.

[Vai alla terza parte]