Bologna 40125, Italy
+39 347 517 719
info@htware.it

Il contenuto duplicato è consentito, se impostato in modo canonico

Cosa succederà su Google nei prossimi mesi?
Seo in Pillole di Matt Cutts

Seo in Pillole di Matt Cutts

L’unicità del contenuto è, da una decina d’anni a questa parte, il mantra di ogni consulente SEO che si rispetti, junior o senior che sia, cavaliere vestito di bianco oppure di nero: tutto vero, in un mondo senza forza di gravità o testardi resistenti e recidivi…

Nel suo nuovo video, Matt Cutts – capo di Google Search Spam – dice che “chi pubblica contenuti simili oppure identici su URLs differenti potrebbe usare l’attributo rel=canonical per aiutare a consolidare il PageRank di quel contenuto e evitare qualsiasi tipo di problema con Google“.

Attenzione però a non esagerare: il contenuto duplicato è accettabile solo se non viene fatto per mere ragioni di spam: potrebbe essere l’esempio del contenuto di un articolo che viene ripreso esattamente identico da due diverse testate giornalistiche, con il permesso dell’autore e dei rispettivi editori, oppure il caso di un pezzo pubblicato su un giornale on line e poi ripubblicato anche sul blog dell’articolista. Anche se sarebbe meglio utilizzare il link, come strumento di citazione, non sempre è possibile per ragioni contingenti (tecniche o legali che siano) ottenere il link: quindi, se costretti in un qualche modo a ripubblicare un contenuto per intero, è possibile applicare al contenuto primario (quello che non deve perdere autorevolezza, rilevanza e PageRank) l’attributo “canonical”, per fare in modo che non perda le posizioni acquisite nelle SERP di Google.

Secondo Cutts quasi il 25% del web è fatto di contenuti duplicati, quindi è inutile preoccuparsi troppo.
In sostanza Cutts afferma che, se sei un pubblicista, con cappello bianco, di notizie di alta qualità e hai un contenuto breve duplicato, come ad esempio una notizia breve ed esplosiva, che viene ripresa da più media con lo stesso identico contenuto, puoi utilizzare il canonical tag, per evitare che le sue duplicazioni portino a una perdita del valore di quello che hai scritto.

Cutts inoltre consiglia di utilizzare l’attributo anche in caso di contenuto solo simile e non proprio identico.
Una domanda rimane però aperta e la rivolgo direttamente sul canale di Matt Cutts: è da considerare duplicato anche il contenuto tradotto?