Bologna 40125, Italy
+39 347 517 719
info@htware.it

Matt Cutts lo ammette: non è possibile valutare la qualità di un sito web senza backlink

Cosa succederà su Google nei prossimi mesi?

Valutare un contenuto senza link è molto difficile

Valutare un contenuto senza link è molto difficile

Dopo aver lasciato per mesi alcuni di noi sul filo del rasoio, finalmente Matt Cutts, capo della Search Spam di Google, lo ammette, senza reticenza e in parole molto chiare.

Ha il sorriso sornione delle migliori occasioni e una maglietta con una scritta emblematica, mentre afferma una verità lapalissiana, ma messa in dubbio ogni giorno da migliaia di SEO confusi…

Valutare la qualità dei contenuti di un sito web senza alcun riferimento ai suoi backlink è molto difficile.

La domanda di Ashish (India) non lascia spazio a risposte ambigue:

Come Google determina la qualità di un contenuto se non ci sono molti link che puntano ad un post?

Cutts dice che bisogna tornare ai giorni precedenti alla nascita di Google per immaginare come veniva giudicato un contenuto senza link, quando i motori di ricerca non utilizzavano i link per determinare la qualità di un contenuto.

Allora il contenuto poteva essere giudicato solo dalle parole presenti sulla pagina e dalle frequenza di alcune parole all’interno della pagina: ma se un contenuto si ripete in modo frequente in una pagina, questo non significa che sia un buon contenuto, anzi – dice Cutts – si tratta di un caso di keyword stuffing.

Google, continua Cutts, usa diversi fattori, tra cui anche il valore di un dominio in sé stesso: ma quale valore può avere un dominio se non riceve link in entrata?
Valutare un dominio nella sua interezza, significa valutare in modo completo il contenuto di tutte le sue pagine: ma per posizionare sulle SERP un sito web solo per i suoi contenuti (sulle keywords contenute nelle pagine) è necessario che sia composto di parole e frasi chiave atipiche, non solo di nicchia, ma assolutamente rare e uniche.

È vero, quindi, che Google non utilizza solo i link per valutare la qualità del tuo sito web, ma se intorno ai tuoi contenuti c’è molto competizione e le keywords che usi sono molto inflazionate, la qualità del contenuto non è sufficiente…
I link sono necessari, naturali o cercati attraverso pubbliche relazioni (comprese quelle sui social media) sono la linfa del PageRank: non lo dice un esperto SEO qualunque… lo ha ribadito, forte e chiaro, Matt Cutts in persona!

Osserva e conserva questo video, si tratta di un messaggio importante (ovviamente non diretto agli spammer).
Buona visione…